sabato 5 novembre 2016

La-non- manutenzione a Roma dei servizi scolastici

La situazione delle strutture che ospitano le scuole di Roma è altamente deficitaria, sempre più spesso anche piccoli lavori non vengono svolti, giustificando i mancati interventi con la scarsità dei fondi.
Per questo motivo è a noi incomprensibile l’atteggiamento di Roma capitale nei confronti di chi, questa piccola manutenzione, è deputato a svolgerla.  
Nella scheda tecnica numero 2, del bando riguardante la gara d'appalto per l'affidamento di servizi vari in Global Service per il settore scolastico del Comune di Roma, viene infatti, descritto con chiarezza,come all'ente vincitore, spetti la piccola manutenzione all'interno dei plessi scolastici.
Ora ci risulta che in moltissimi casi, che tale manutenzione non sia stata mai effettuata, vetri rotti restano per anni non sostituti, così come i rubinetti, lampadari e cancelli che devono rimanere aperti per piccoli guasti elettrici. Tutto ciò crea disagio e mette a rischio i più piccoli, nonché rappresentare un bruttissimo segnale per i bambini, che vedono intorno a loro un ambiente non curato e sciatto, quando invece dovrebbero vivere la loro scuola come un ambiente protetto e accogliente.
Ora ci chiediamo, chi avrebbe dovuto vigilare affinché questa manutenzione venisse effettuata dalla Multiservizi s.p.a. che da vincitrice del bando, aveva obblighi ben precisi?
Sempre nella scheda tecnica, viene scritto come in caso di mancato intervento, Multiservizi s.p.a. debba corrispondere una penale: tali penali sono mai state chieste da parte di Roma Capitale?
In alcuni casi ci è stato segnalato come questi piccoli interventi di manutenzione siano stati fatti dallo stesso Comune, distraendo così fondi che potevano essere usati per altri tipi di interventi. Qualora ciò si fosse verificato, si tratterebbe di gravissimi episodi  che avrebbero prodotto uno sperpero di denaro pubblico. Ci domandiamo perché ciò è avvenuto? Chi risponderà di eventuali danni economici effettuati ai danni della collettività?
Qualora si verificassero incidenti, dovuti alla mancata manutenzione chi dovremmo ritenere responsabile?
Chiediamo inoltre che, sin da subito, si vigili affinché la piccola manutenzione venga effettuata nei nidi e nelle scuole dell’infanzia di Roma, con efficienza ed efficacia,  e che venga effettuata dall'ente preposto, la Multiservizi s.p.a.
Inoltre, segnaliamo la nostra preoccupazione riguardo il nuovo bando riguardante la gara d'appalto per l'affidamento di servizi vari in Global Service per il settore scolastico del Comune di Roma, che prevede diverse criticità:
- la piccola manutenzione non è più di fatto obbligatoria;
-le ore del personale ausiliario risultano insufficienti per il servizio di pulizia. Si rischia, come ora, che le pulizie vengano effettuate durante l’orario di servizio, in presenza dei bambini e delle bambine;
non viene prevista la stabilità delle figure ausiliare nei vari istituti: si rischia una ingiustificata rotazione dello stesso personale e ciò non è assolutamente accettabile per i bambini e le bambine che hanno bisogno di figure stabili in modo da sentirsi sicuri e accolti nel miglior modo possibile.

Per questo chiediamo che si faccia luce su quanto accaduto dall'entrata in servizio della Multiservizi s.p.a. e che vengano pubblicati con trasparenza i risultati di tali controlli; riteniamo altrettanto opportuno che il bando venga bloccato e rivisto al più presto, anche alla luce di tali controlli, e che alla sua stesura partecipino tutte le figure che operano nei servizi per l'infanzia di Roma Capitale.

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di digitare un commento assicurati di aver letto e compreso il regolamento.

Follow by Email